Alma bella e vincente: Mantova ko e trofeo di Pordenone conquistato

ALMA PALLACANESTRO TRIESTE – DINAMICA GENERALE MANTOVA 83 – 71 (31-16; 49-38; 73-50)

ALMA PALLACANESTRO TRIESTE: E.Gobbato, Coronica 2 (1/2), Bossi 8 (1/1, 2/5 da tre), Prandin 5 (2/7, 1/2 tl), Pecile 11 (4/4, 1/2 da tre), Baldasso 8 (1/2, 2/3 da tre), Ferraro 2 (1/2), Green 13 (3/4, 1/3 da tre, 4/5 tl), Da Ros 9 (2/5, 1/4 da tre, 2/2 tl), Parks 23 (7/11, 1/1 da tre, 6/6 tl), Pipitone 2 (2/2 tl), Simioni.  All. Dalmasson.  Ass. Praticò, Legovich

DINAMICA GENERALE MANTOVA: Vencato 4 (2/2), Magni 2 (1/1), Bertocco 7 (2/3, 1/2 da tre), Timperi 3 (1/4 da tre), Candussi 20 (8/12, 1/3 da tre, 1/2 tl), Casella 5 (1/2, 1/4 da tre), Amici 11 (1/3, 3/7 da tre), Corbett 9 (2/7, 1/3 da tre, 2/2 tl), Rinaldi, Gergati 1 (1/4 tl), Bryan 9 (3/6, 3/6 tl).  All. Martelossi.  Ass. Seravalli, Cassinerio

Arbitri: Spessot (Fogliano – Go) e Morassutti (Gorizia)

NOTE: tiri dal campo Trieste 28/66 (20/40 da due, 8/26 da tre, 7/14 tl); tiri dal campo Mantova 30/62 (22/40 da due, 8/22 da tre, 15/17 tl). Rimbalzi: Trieste 37 (30 RD, 7 RO. Green 10, Da Ros 9), Mantova 36 (27 RD, 9 RO. Candussi 9). Assist: Trieste 13 (Da Ros 5, Green 3), Mantova 12 (Gergati 3). Cinque falli: Amici

Pordenone, 10 agosto 2016: Al ‘PalaCrisafulli’, Alma Trieste e Dinamica Mantova si giocano il primo posto nel quadrangolare di Pordenone. I ragazzi di Dalmasson iniziano il match con Bossi, Pecile, Green, Parks e Da Ros, gli Stings rispondono con Vencato, Corbett, Amici, Rinaldi e Candussi.

Primi punti che arrivano da sotto le plance, a Parks risponde il grande ex Candussi. Bossi e Pecile trovano il bersaglio, inframezzati da un comodo appoggio di Corbett (6-4 al 3′). Da Ros e Parks puniscono dalla media così come Candussi, a bersaglio tre volte di seguito ed autore di otto dei primi dieci punti mantovani (10-10 al 5′). Fuori Bossi e Da Ros per Prandin e Simioni, Parks fa 2/2 in lunetta e riporta l’Alma avanti, prima che Corbett trovi un altro canestro da sotto. Green ruba palla e affonda a una mano la prima terrificante schiacciata, Trieste prosegue il buon momento chiudendo bene le maglie in difesa e sporcando le percentuali avversarie, negative soprattutto da oltre l’arco. Ancora Alma a segno prima con Prandin in penetrazione, poi con un gioco da tre punti di Green, è massimo vantaggio giuliano (21-12 all’8′), Martelossi è costretto a chiamare time-out. Entrano Gergati, Casella, Timperi e Bryan, mentre Coronica e Casella bucano dalla media. Pecile trova la tripla del massimo vantaggio (26-14 al 9′), Casella ricuce un minimo ma l’ultimo minuto è tutto triestino, grazie a cinque punti consecutivi di Parks, che mandano l’Alma al primo intervallo col massimo vantaggio (31-16).

Si riparte e l’Alma manda sul parquet un quintetto ‘All Italians’: Prandin, Baldasso, Coronica, Da Ros e Pipitone. Gli Stings replicano con Gergati, Timperi, Amici, Casella e Bryan.

Bryan muove il punteggio dalla lunetta (1/2), Trieste sbaglia un paio di soluzioni offensive e per un paio di minuti non si segna. Martelossi toglie Casella reinserendo Candussi, ma è Da Ros da oltre l’arco a regalare il nuovo massimo vantaggio giuliano (34-17 al 13′). Bryan appoggia al vetro il nuovo -15 virgiliano, prima di cedere il posto a Bertocco, Martelossi abbassa il quintetto con Candussi da ‘5’. Rientra Bossi per Bobo Prandin, ma ora è Mantova a ritrovare un minimo di inerzia grazie a cinque punti griffati Gergati-Amici, 34-24 Alma con Dalmasson che chiede minuto di sospensione. Trieste rientra bene dai blocchi, Baldasso dalla punta riporta i biancorossi a +13 (37-24 al 15′). Candussi regala una grande schiacciata in tap-in ma è un fuoco di paglia, dall’altra parte Bossi e Baldasso indovinano il 6-0 che riporta i giuliani al massimo vantaggio (43-26 al 16′). Rientra Corbett per Gergati, viene cestinato un possesso offensivo per parte, Martelossi chiama ancora time-out. Baldasso e Coronica cedono il posto a Green e Parks, Corbett inaugura dalla media gli ultimi 3′ prima dell’intervallo lungo. Botta e risposta Pipitone – Vencato, Dalmasson toglie Bossi e Pipitone per Prandin e Simioni, i virgiliani rimpiazzano Bertocco con Timperi, a segno subito da oltre l’arco. Green risponde con un gioco da tre punti, cui replica Corbett ancora dalla lunga. Ancora Corbett per il -10 virgiliano, prima che Prandin chiuda il primo tempo con un viaggio in lunetta al cinquanta per cento, l’Alma chiude il primo tempo a +11 (49-38).

L’Alma approccia al terzo periodo con Prandin, Pecile, Green, Parks e Da Ros, la Dinamica risponde con Gergati, Corbett, Casella, Candussi e Rinaldi. Il primo minuto è totalmente di marca ‘Sunshine’, parzialino di 4-0 e Alma a +15 (53-38 al 21′). Parks dalla lunetta allarga la forbice riportando Trieste al massimo vantaggio, prima di metterne altri due, ispirato in transizione da un ottimo Pecile (57-38 al 22′). L’Alma difende bene sporcando e di molto le percentuali virgiliane, prima che Candussi firmi in semigancio i primi punti mantovani. Parks è bollente e in transizione inchioda a una mano il nuovo +19 giuliano, Green ruba l’ennesimo pallone della sua partita costringendo Martelossi a fermare il cronometro (59-40 al 24′). La sostanza non muta granché, Pecile in penetrazione porta l’Alma sopra il ‘ventello’, prima che Mantova riproponga Amici per Rinaldi. Casella va a bersaglio dalla lunga, Parks risponde in gancio, Prandin viene richiamato da Dalmasson a beneficio di Bossi (63-43 al 26′). Proprio ‘Ste’ graffia subito da otto metri, prima che Amici firmi in proprio un contro parziale di 5-0 (66-48 al 27′). Parks continua la sua serata di grazie con un fade-away dalla media, dalla parte opposta Candussi viaggia in lunetta con il cinquanta per cento, seguito da Gergati che ne manda a bersaglio due. Rientra il capitano al posto di Da Ros, gli Stings reinseriscono Bryan per Candussi, Alma ancora in controllo (68-50 al 28′). Parks cede il posto tra gli applausi a Simioni, poco prima era uscito Pecile per Baldasso, Green resta concentrato e firma un personale 5-0 che aggiorna il massimo vantaggio giuliano (73-50 al 29′). Non si segna nell’ultimo minuto, Trieste va alla penultima sirena mantenendo un confortante +23.

Gli ultimi 10′ vedono l’Alma sul parquet con Bossi, Baldasso, Coronica, Da Ros e Simioni, Mantova risponde con Timperi, Bertocco, Vencato, Casella e Bryan. Proprio quest ultimo muove il punteggio dalla lunetta, la risposta triestina arriva con Baldasso liberato sotto canestro. Da Ros aumenta il massimo vantaggio biancorosso, Baldasso cede il posto a Gobbato dopo uno scontro con Bryan (77-52 al 32′). Il virgiliano Bertocco realizza dalla punta, prima che Amici rientri al posto di Casella. Bryan da sotto riporta gli Stings a -20, capitan Coronica cede il posto a Prandin, l’Alma insiste col quintetto “All Italians” mentre Mantova si riporta sotto il ‘ventello’ con Bertocco (77-59 al 35′). Ancora Bryan da sotto, Trieste fatica in attacco pur contenendo i tentativi di rientro virigiliani, Dalmasson chiede minuto inserendo poi Ferraro per Simioni. Proprio il baby biancorosso spezza in tap-in la sterilità offensiva giuliana, la risposta degli Stings porta ancora la firma di Bertocco (79-63 al 37′), si rivede Candussi al posto di Bryan. Amici dall’angolo rintuzza ulteriormente il gap, prima di lasciare il campo per raggiunto limite di falli. Pecile rientra al posto di Gobbato, Da Ros ne mette due dalla lunetta ridando il +15 all’Alma (81-66 al 38′). Prandin buca dalla media, Mantova trova il canestro pesante con Candussi, Simioni rientra per Da Ros allo scoccare dell’ultimo minuto, partita in ghiaccio. Negli ultimi 60″ l’unico bersaglio lo trova Magni in contropiede, l’Alma conduce in porto un successo meritato (83-71), al termine di una sfida condotta sin dall’inizio.

Leave a Reply